giovedì 1 dicembre 2016

Recensione "Capire i segnali sensoriali del tuo bambino" di Angie Voss

Oggi vi presento un testo molto interessante, "Capire i segnali sensoriali del tuo bambino. Una guida pratica per genitori, educatori e insegnanti".
Cosa sono i segnali sensoriali? Sono l'indizio che un input sensoriale che un bambino con un disturbo dello spettro autistico o un disturbo neurologico (ad esempio la disprassia o altri disturbi nella sfera sensoriale) può ricevere è per lui eccessivo. L'autrice, terapista occcupazionale negli Stati Uniti, ha lavorato per molti anni nel campo dello spettro autistico e della diversità sensoriale e ha maturato l'esperienza necessaria per fornire a educatori, insegnanti e genitori strategie e metodologie adeguate per affrontare queste situazioni.
Si tratta di un testo innovativo, che all'estero ha avuto notevole riscontro, perché si presenta come un manuale estremamente pratico; inoltre, affronta un aspetto delle neurodiversità che a volte viene poco considerato: le sovra o sotto stimolazioni dei vari sistemi sensoriali, ovvero come i sensi di questi bambini speciali reagiscono agli stimoli del mondo esterno.
Apparentemente può sembrare una semplificazione: se pensiamo all'autismo, ad esempio, la patologia non manifesta certamente solo questo aspetto, ma indubbiamente imparare a gestire queste differenti percezioni aiuterà i bambini a stare meglio.
Per darvi un'idea della tipologia del testo, vi posso dire che vengono elencate ben 205 situazioni problematiche con relative indicazioni di intervento.
Sono proposte idee per aiutare il bambino in situazioni come: si arrampica e si nasconde in mobili; mastica le maniche, i capelli, le dita e oggetti non commestibili; si agita al supermercato; dondola il corpo mentre sta seduto; rifiuta alcuni cibi... avvenimenti di carattere quotidiano che i genitori e gli insegnanti di questi bambini speciali affrontano spesso.
Al termine del testo, troviamo un'appendice con i concetti chiave.

Mi permetto di consigliare questo testo, agli insegnanti e soprattutto ai genitori di bambini con disturbi che vanno dallo spettro autistico a tutte le altre neurodiversità, soprattutto nel caso in cui siano coinvolti gli aspetti sensoriali. Inoltre, i proventi del libro finanziano l'associazione di promozione sociale LEM.

La traduttrice italiana, Giulia Ghibellini, gestisce un importante progetto internazionale che prevede supporto alle famiglie grazie a terapisti in rete, vi rimando a tutte le news qui: Seastar Project.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...