mercoledì 23 novembre 2016

Recensione "Il piacere di apprendere" a cura di P. Meirieu edito da Lisciani.

Con piacere recensisco l'ultimo testo edito da Lisciani per la bellissima collana "Guide per lo sviluppo professionale degli insegnanti": si tratta di "Il piacere di apprendere", a cura di Philippe Meirieu con introduzione di Carlo Petracca.

Si tratta di un testo ricco di riflessioni sulla scuola in generale e sulla motivazione all'apprendimento in particolare. L'autore, Philippe Meirieu, è professore di Scienze dell'educazione all'Università di Lione 2 e pedagogista impegnato molto conosciuto in Francia.
Provo a raccontarvi uno spaccato di questo interessantissimo testo, soffermandomi sulle parti che mi hanno colpito di più.

A proposito di pregrafismo

Preparando l'open day della scuola primaria, con le colleghe ho riflettuto a proposito di pregrafismo: come strutturarlo, perché, quando e quanto.
Mi è venuto in mente, quindi, un laboratorio che avevo svolto all'università. Lo scopo era far comprendere agli insegnanti l'importanza del pregrafismo, non tanto come mera riproduzione di lettere e numeri (che alla lunga può stancare) ma come allenamento alla coordinazione visuo-motoria delle forme base della scrittura.

Le forme base della scrittura, infatti, anche se ad una prima occhiata non appaiono come le semplici lettere dell'alfabeto, ne sono i prerequisiti e allo stesso tempo diventano facilmente le lettere stesse, sia in stampatello maiuscolo che in corsivo.

Se volete approfondire, un capitolo del testo "L'inclusione dell'insegnante di sostegno nel gruppo classe. Riflettere ed innovare" (di Ottavia Albanese e Loredana Mercadante) è dedicato proprio a questo.
Seguendo le indicazioni dell'autrice del contributo ho utilizzato uno schema di base su cui lavorare con le forme grafiche; per dare una cornice di senso ho creato una brevissima storia guida in cui il tappeto volante di Aladino perde i suoi decori per colpa del genio distratto e deve essere decorato di nuovo.

domenica 13 novembre 2016

Progetti per il concorso docenti 2016

Finalmente posso dire conclusa l'esperienza dei concorsi per il personale docente a cui ho recentemente partecipato.

Mi fa piacere condividere con voi i due progetti che ho realizzato, visto che sono stati apprezzati. Le tracce venivano estratte, per cui la scelta dell'argomento è stata casuale.
Il primo, per il concorso di scuola primaria (posto comune) ha come argomento di prova l'inglese, in particolare "Who are you?", parlare di identità e diversità; classe seconda.
Il secondo, per il concorso di scuola primaria (posto di sostegno) ha come argomento di prova la matematica, in particolare "La moltiplicazione": classe seconda con la presenza di un bambino con grave disabilità intellettiva.

Potete cliccare sulle didascalie delle immagini per aprire l'anteprima.

Clicca qui.

Clicca qui.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...