domenica 30 agosto 2015

Agende per gli insegnanti di scuola primaria e secondaria (classe e sostegno) gratis

Ecco un aggiornamento di questo post di qualche giorno fa! Ho aggiunto alcune pagine in entrambe le agende della scuola primaria e fatto un regalo, spero utile, anche agli insegnanti di scuola secondaria.

Oggi voglio farvi un regalo! Infatti, ho realizzato due agende, planner, promemoria, chiamiamole come vogliamo, per rendere la vita dell'insegnante un po' più facile! Non sono registri, ma agende personali, un po' come quella che vi regalano le case editrici, ma con molte caratteristiche in più! C'è chi, come me, preferisce avere ancora tutto sotto mano in forma cartacea, nonostante registri elettronici e simili, oppure semplicemente preferisce appuntarsi tutto per non perdere nulla.

Vi chiedo però un favore in cambio, se vi va: cliccare mi piace e invitare gli amici sulla pagina Facebook Pedagogia e didattica: un blog, iscrivervi via mail alla newsletter cliccando qui: NEWSLETTER e condividere con gli amici.

Ecco, ora potete scaricare le agende cliccando qui:
- Agenda dell'insegnante - Scuola Primaria
- Agenda dell'insegnante - Scuola Secondaria

E per il sostegno:
- Agenda dell'insegnante specializzato - Scuola Primaria
- Agenda dell'insegnante specializzato - Scuola Secondaria

venerdì 28 agosto 2015

Fanciullezza, una poesia sull'infanzia

Tempo fa scrivevo alcune poesie, sicuramente adolescenziali. Rileggendole, ho ritrovato questa: già selezionata per la pubblicazione nell'antologia a scopo benefico Tutti i colori dei bambini, parla di infanzia e di spensieratezza.
Fa parte della raccolta che avevo pubblicato circa sei anni fa (una vita fa, potrei dire):

 

sabato 22 agosto 2015

Didattica della letto-scrittura: quale metodo adottare?

Metodo è una parola che appare poco appropriata, più idonea allo studio di un processo prettamente scientifico e non alla natura dell’apprendimento della letto-scrittura, che segue lo schema, possiamo dire, di un triangolo comprendente soggetto che insegna, soggetto che impara e oggetto d’insegnamento, in cui l'oggetto riveste un ruolo fondamentale.

Seguendo questo schema, possiamo concentrarci sui tre aspetti cruciali dell’apprendimento; in primo luogo l’oggetto d’insegnamento, che in questo contesto assume una notevole valenza, in quanto la scrittura e la lettura sono per il bambino strumenti per conoscere il mondo attorno a sé, per acquisire autonomia, per sentirsi un po’ partecipi del mondo degli adulti, per comunicare senza chiedere il permesso. Come dimenticare un bambino che vede un’insegna e ti dice “Guarda, te lo leggo io” oppure ti strappa di mano per la prima volta il libro delle fiabe e dice “Ci provo io”, o ancora, scrive in totale autonomia una breve lettera per Babbo Natale?

http://www.indire.it/immagini/immag/aaaasmfu/a875b.jpg
Se, nel passato e fino a poco tempo fa, si considerava questo oggetto di apprendimento come una mera tecnica di trascrizione (fonema-grafema), un semplice imparare a memoria delle corrispondenze, oggi si sa che l’apprendimento delle letto-scrittura è molto di più, è una conoscenza complessa e sulla quale i bambini si pongono delle domande non banali, che ne dimostrano la natura di apprendimento concettuale e cognitivo. Il bambino si chiede perché esistono gli spazi, che cosa rappresenta la scrittura, cosa sono le parole e lo fa perché per lui il “metodo” (se vogliamo parlare di metodo) per imparare è scoprire il senso dell’apprendimento; per questo oggi si preferiscono situazioni autentiche in cui il bambino viva la lettura e la scrittura, situazioni che non snaturino il fatto che questo apprendimento si inserisce nelle pratiche sociali.

martedì 18 agosto 2015

Gioco dell'oca dell'alfabeto (del 1950)

Girovagando nel web, si trovano delle chicche. Sì, mi direte, tu trovi sempre delle cose un po' retrò. Verissimo, ma mi piacciono proprio... anche se non sempre sono utilizzabili oggi, molte attività didattiche di altri tempi sono molto belle, anche solo per prendere spunti.
Ecco il caso di un gioco dell'oca del 1950 circa, che ho recuperato a questa pagina del sito Giochi dell'oca e di percorso. Io l'ho modificato leggermente, per rendere l'immagine più pulita, stampato e plastificato.
Se volete, potete scaricare l'immagine modificata da me a questo link: Gioco dell'oca dell'alfabeto, o cliccare sull'immagine in alto.

Potete inventare regole nuove con i bambini, a seconda del livello e delle esigenze.

lunedì 17 agosto 2015

Costruire un plastico: idea per fare storia, geografia, geometria e italiano

Ecco un'attività utile in più situazioni: creare un plastico. Io l'ho realizzato a casa, con la mia nipotina, per giocare, ricreando una parte del nostro quartiere, ma questa attività si presta a tanti altri utilizzi.


Ovviamente l'uso principale è in geografia, dove può servire da spunto per numerose altre attività, diverse a seconda della classe: si può partire dal disegno della mappa (magari in scala, per quanto possibile), per arrivare a decidere come creare le case e i palazzi, fino alla realizzazione finale, magari accompagnata dalla stesura di un testo regolativo che ne indica le fasi di realizzazione.
Si possono utilizzare scatole già pronte, ma con i più grandi si può approfittare dell'occasione per fare un po' di geometria: costruzione di solidi a partire da disegni piani.
In storia possiamo ricreare ambienti del passato, ad esempio.
Io ho utilizzato materiali di riciclo: cartone proveniente da scatole di alimenti... la cosa migliore per ricliclare creando!

lunedì 10 agosto 2015

La Buona Scuola e la "teoria del gender"

In questi giorni, tramite mail, Facebook, Whatsapp e altro, si sta diffondendo una serie di notizie le quali hanno come oggetto la cosiddetta teoria del gender, in riferimento in particolare alla riforma de "La Buona Scuola": in questi messaggi si chiede a genitori e insegnanti di andare in Comune a firmare in favore di un referendum abrogativo della riforma, per bloccare anche il cosiddetto "indottrinamento gender".
Mi sembra doveroso fare delle precisazioni, innanzitutto per i genitori che giustamente sono all'oscuro dei contenuti della riforma, ma anche per alcuni insegnanti, che nei gruppi e nelle pagine scolastiche su internet fanno girare queste notizie.

mercoledì 5 agosto 2015

"101 cose da fare prima di diventare grande", simpatico manuale di Lisciani

In estate, quando non c'è molto da fare e si fa fatica a impiegare il tempo in casa in modo produttivo, servono attività sempre nuove e stimolanti, per mamme, papà, nonni e babysitter. Non vedo l'ora di sperimentare qualcosa con la mia nipotina!

Oggi vi parlo di un manualetto simpatico della casa editrice Lisciani: 101 cose da fare prima di diventare grandi.

Si tratta di un libro consigliato dagli 8 anni in su, ma alcune attività possono essere realizzate anche prima con l'aiuto dei genitori. Mi è piaciuto davvero tanto: contiene idee multitematiche e soprattutto di ogni genere. Se cliccate qui (101 cose da fare prima di diventare grande, immagini) potete vedere anche alcune pagine all'interno del libro.
101 idee per grandi e piccoli per passare il tempo insieme o impegnarsi in un progetto da soli: come si fa a leggere l'ora senza l'orologio? Come mandare un messaggio in bottiglia? Come fare un autoritratto? Come osservare le stelle? Come allevare farfalle o lombrichi? Come creare cristalli di zucchero? Come costruire una lampada di lava? Come ricavare un burattino da un calzino? Come inventare un gioco da tavolo? Come scrivere con l'inchiostro invisibile? Come disegnare lo stemma di famiglia? Sono alcune dell 101 attività creative che potrete trovare in questo bel manuale.

Inoltre, ottimo prezzo, copertina rigida e pagine di cartoncino rilegate con una comoda spirale, anche per un'idea regalo.

domenica 2 agosto 2015

Libri scolastici al 15% di sconto su Amazon

Devo ammetterlo, sono una fan di Amazon: la comodità di ricevere a casa libri e oggetti, spesso scontati e, sopra una certa spesa, senza pagare spese di spedizione, alletta un po' tutti.

Vorrei farvi conoscere l'offerta di Amazon per quanto riguarda i libri di testo: se li acquisti lì avrai il 15% di sconto e la comodità di avere a disposizione un server per cercare la scuola e la classe. Credo che questa informazione possa essere utile a molti genitori.

Potete cliccare qui per andare alla pagina con tutte le informazioni:

 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...